L’orgoglio dei vivi

Alla memoria di mio padre

Ascolta l’impalpabile
ritmo del tempo:
sarai pronto nell’ora
dell’agonia
e sconfiggerai le tenebre
con la forza del silenzio;
quella forza
che, tenace, attraversa i secoli
e fa risplendere
con gran fulgore
il mistero cui t’avvicini.
Scaccerai
l’orgoglio dei vivi
con la promessa dell’eternità
e solcherai la vicenda dolce
della tua vita
penetrando il buio
con la tua scorza di diamante.

Vivrai il tarlo che rode
la tua coscienza scalfita
da un senso d’impotenza
con l’onore dell’età,
stinta come quel lenzuolo
di lino che pare scacciare
il freddo dell’abisso
ed io ora, padre, oso
accarezzare la tua fronte
imperlata di sudore
che, in una memoria di bambino,
conservo ancora vergine di rughe.

Seconda classificata nel Premio Internazionale Olympia-Città di Montegrotto (PD) 2004.

Pubblicata nel 2004 dalla rivista nazionale Poesia.

Poesia apprezzata dal Sig. Giuseppe Conte.

Pubblicato da Marco Galvagni

Poeta, saggista e critico letterario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: