Da Luce d’aurora (Eretica Edizioni) 2021.

DUE ROSSE BINARIE

Continua ad essere il mio fiore

quando alberi rampicanti salgono

e sorridi nel rossore del tramonto;

allora basta un gesto tenero

perché nella notte l’orologio

scandisce le ore e ti empie d’oro.

Sei la donna amata nel mio petto,

il tuo capo d’oro scintilla

come un nasturzio luminoso,

gira agitando il mulino del cuore,

scendono le lancette delle ore notturne

tali a pipistrelli dal cielo.

Quando con te s’avvicina la luna

i tuoi baci infuocati

s’appiccicano come lumache

alla mia pelle che freme per te-

tu sola esisti nel mio universo

ebbro di pioggia di lacrime felici.

Al mio fianco, donna innamorata,

sei una canzone intitolata col mio nome

e mai ne sfogli altri.

Siamo due rosse binarie

intrise della rugiada dei campi ove ci stendiamo

feriti d’amore dagli aghi di pino.

Pubblicato da Marco Galvagni

Poeta, saggista e critico letterario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: